Tutti i parchi di divertimento

Switch to desktop Register Login

Rate this item
(0 votes)

I parchi del terrore

Six Flags Jazzland New Orleans, Louisiana

six flags jazzland 01

six flags jazzland 02

Il parco è stato inaugurato nel 2000 e il suo nome originale era Jazzland. Nel 2003 venne acquisito dalla Six Flags e subì numerosi lavori di aggiornamento e ampliamento.

Il parco era molto popolare ed erano stati pianificati ulteriori ampliamenti, in particolare doveva essere aggiunto un parco acquatico ma l'uragano Katrina la pensava diversamente.

L'apertura stagionale del parco era preista per il 27 agosto, dopo un periodo di chiusura programmata in coincidenza con l'inizio dell'anno scolastico a New Orleans. Le previsioni meteo avevano previsto per il giorno 26 l'arrivo dell'uragano quindi venne annunciato che l'apertura sarebbe stata posticipata ma in realtà non avvenne mai: i danni causati dall'uragano sono tali da rendere impossibile la riparazione del parco che è adesso meta di esplorazioni urbane.

Casino Pier, New Jersey

Casino Pier

Parco situato sulla costa del New Jersey, si trovava su un gigantesco molo che si inoltrava per 100 metri nell'Oceano Atlantico. Il 29 ottobre 2012 venne pesantemente danneggiato dall'uragano Sandy e alcune strutture, tra cui il roller coaster della foto, vennero inghiottite dal mare e dovettero essere in seguito demolite.

Spreepark, Berlino

Spreepark

Conosciuto anche come Kulturpark Plänterwald venne inaugurato nel 1969 nella Berlino Est della Repubblica Democratica.
Dopo la caduta del muro di Berlino e la riunificazione tedesca il parco subì un processo di "occidentalizzazione" per cui venne trasformato fino ad assomigliare ai classici parchi tematici. Furono aggiunti roller coaster, zone tematiche ed altre attrazioni che risultarono gradite al pubblico, si cambiò inoltre il sistema dei pagamenti per cui i visitatori, invece di pagare ogni singola attrazione, pagavano un biglietto unico all'ingresso.

All'inizio degli anni '90 il parco raggiunse il picco del suo successo con 1.5 milioni di visitatori ma successivamente iniziò un rapido declino e nel 2001 i biglietti venduti furono soltanto 400.000.
La società proprietaria del parco fallì e dal 2002 questo è stato abbandonato trasformandosi a causa del degrado delle strutture in un vero parco del terrore. Dal 2011 al 2013 era possibile visitare il parco iscrivendosi a dei tour guidati, l'atmosfera grottesca involontariamente raggiunta dalle attrazioni invase dalla vegetazione spontanea era sfruttata per girare film e video musicali, nel marzo di quest'anno la città di Berlino ha definitivamente acquisito il terreno del parco mettendo fine ai tour guidati, ad oggi non è ben chiaro quale sarà il destino dello Spreepark.

Nara Dreamland, Giappone

Japan abandoned park

 

Il parco tematico Nara Dreamland venne inaugurato nel 1961 in Giappone, pesantemente ispirato, diciamo così, a Disneyland, con tanto di castello, main street, deposito dei treni eccetera.

Dopo un lento declino venne definitivamente chiuso nel 2006 a causa del troppo basso numero di visitatori e oggi...

Una delle attrazioni più belle del parco era l'Aska, un roller coaster cotruito in legno, uno dei più grandi e belli dell'epoca, sproporzionato per il piccolo parco.
Oggi l'Aska si è trasformato in una montagna di ruggine e legno marcio, viene usato come prova di coraggio, solo i più temerari (e incoscienti) riescono a raggiungerne la cima, di notte.

Roller Coeaster Aska

Last modified on
More in this category: « I parchi abbandonati

© 2012-2019 Supero Limited Malta

Top Desktop version